giovedì 15 marzo 2012

Le profezie del dating online

La storia di successo di oggi del dating online è un po’ particolare, come vedremo.
Ecco in sintesi la storia di Federico, giovane uomo di 38 anni che, alla ricerca della compagna di vita, si è iscritto a un noto sito di incontri.

Tra i servizi offerti, un dettagliato test con un altrettanto dettagliato profilo psicologico, proprio e della possibile anima gemella.
Di cui, sorpresa, veniva ipotizzato anche il nome (secondo non si capiva bene quale principio esoterico).

Lasciando perdere il nome, ma tenendo invece ben presente il suo profilo di donna ideale, Federico si è messo di buona lena alla ricerca.
Dopo un mese, niente; dopo due mesi, niente; dopo tre mesi, niente.
Dopo il quinto mese, il giovane ha abbandonato le ricerche, non avendo trovato nessuna che gli piacesse e ormai deluso dai risultati.

Poco dopo aver rinunciato, una sua amica gli propone di uscire con una ragazza single del suo gruppo di yoga, a suo avviso adatta a lui.
Federico, ancora deluso dalla recente ricerca, tradizionalmente affatto incline a credere ai pareri degli altri sulle “ragazze single adatte a lui”, e peraltro in quel periodo preso da altre cose, stava per declinare gentilmente, ma poi ha finito per accettare la proposta per via del nome della ragazza proposta: Martina.

Un nome che a dire il vero non gli piaceva molto ma che era esattamente quello suggerito come “probabile anima gemella” dal solerte profilo del programma di dating online.

Risultato: Federico e Martina ora sono felicemente innamorati e si devono sposare e breve.
Insomma, in questo caso il dating online non ha indicato l’entrata principale, ma “solo” la porta di servizio… ma va bene comunque.